Quando parliamo di identità digitale si intende l’insieme delle caratteristiche essenziali ed uniche di un soggetto che permettono di identificarlo (come ad esempio nome, cognome, foto personali, numero di indirizzo IP,ecc...). Il furto di uno di questi elementi si configura come crimine se provoca un danno a chi lo subisce o un vantaggio a chi lo esegue.  Numerosi sono i casi di furto che coinvolgono la sicurezza della rete italiana e non mancano i casi in cui vengono coinvolte persone famose, come è successo ad esempio allo scrittore Andrea Camilleri, vittima di un furto d’identità virtuale su Facebook, con tanto di prese di posizioni, giudizi ed aforismi non appartenenti all’autore.
Pubblicato in Blog